5 regole per aiutare il tuo bambino a navigare in modo sicuro

di Margherita Scaglione

Come saprai, e come abbiamo già visto in alcuni precedenti articoli, il mondo del web rappresenta una fantastica opportunità per molteplici motivi. Navigare su Internet consente, infatti, lo scambio di informazioni e la ricerca in modi prima inimmaginabili, ma può anche rappresentare una forte preoccupazione per i genitori.

Infatti, mentre i ragazzi ed anche i bambini sono molto attratti dalla navigazione su Internet, i genitori possono talvolta trovarsi in difficoltà quando si tratta di stabilire delle regole per aiutare i propri figli a navigare in modo sicuro.

Con il passare del tempo, diventa sempre più precoce l’avvicinamento dei bambini alla navigazione, e come genitore ti sarai sicuramente chiesto: come posso aiutare il mio bambino a navigare in modo sicuro? Come gestire il comportamento di mio figlio online? Oggi vediamo insieme 5 regole che possono esserti utili per aiutare il tuo bambino a navigare in sicurezza. Cercando di seguire queste regole, potrai avere uno strumento per spiegare al tuo bambino i rischi della rete, insieme a come evitarli.

5 regole per aiutare il tuo bambino a navigare in modo sicuro

Ponendoti come guida e come punto di riferimento, esplorando questo nuovo mezzo con loro ed allo stesso tempo stabilendo delle regole chiare, riuscirai a trarre tutti i vantaggi dalla navigazione, rendendola un mezzo costruttivo e stimolante.

  1. Rendi la navigazione un’attività collettiva. Fai sì che tu sia coinvolto in prima persona nella navigazione del tuo bambino. Una buona idea per far sì che tuo figlio navighi in modo sicuro è scegliere insieme quali siti visitare, siti sì che rispecchino l’interesse del tuo bambino, ma che siano anche controllati e certificati. Fatelo insieme, rendendolo uno strumento di condivisione e di gioco.
  1. Stabilisci delle regole chiare per la navigazione del tuo bambino. Per aiutare il tuo bambino a navigare in modo sicuro, è necessario che sappia cosa può e cosa non può fare. Ad esempio, potresti stabilire degli orari da dedicare alla navigazione ogni giorno, oppure decidere che si può navigare solo dopo aver svolto i compiti. È meglio che il tuo bambino navighi in una stanza comune, e non per conto suo nella sua camera; non devi controllarlo tutto il tempo, ma è una soluzione preferibile al lasciarlo navigare da solo. Inoltre, dovresti essere solo tu ad avere la password di accesso, per sottolineare la divisione dei ruoli;
  1. Proteggi il computer con antivirus e firewall. Assicurati che questi software siano sempre aggiornati e funzionanti, e che il tuo bambino non scarichi programmi di dubbia provenienza;
  1. Fai dei controlli periodici sulla navigazione di tuo figlio in rete. Puoi controllare la cronologia, oppure avvalerti di software appositi per il Parental Control (con cui puoi anche stabilire in quali orari ci si può connettere), o addirittura dei software spia;
  1. Spiega al tuo bambino i rischi della navigazione con chiarezza. Anche se cerchi di controllare il comportamento del tuo bambino in rete, è immaginabile che alcune volte navigherà senza la tua supervisione. È perciò fondamentale che conosca sia la netiquette, cioè l’insieme delle regole che regolano il comportamento in rete, come anche i rischi di condividere informazioni private ed entrare in contatto con sconosciuti. Sii sempre disponibile a rispondere alle sue domande ed a confrontarti con lui.