Come Effettuare Una Denuncia Alla Polizia Postale

Articolo di Daniel Zanatta

Per quanto possiate fare tutto il possibile affinché vostro figlio navighi in maniera sicura, ci possono essere comunque delle situazioni che vi sfuggono di mano. Inoltre, non per forza il sinistro deve capitare a voi, ma potete anche venire a conoscenza di una situazione scomoda, che potenzialmente potrebbe danneggiare vostro figlio in futuro o far del male ad un altro piccolo navigatore del web. Insomma, è importante, in quanto genitore, essere a conoscenza di come si effettua una denuncia alla polizia postale e sapere il procedimento corretto per far sì che le pratiche vengano sbrigate il più velocemente possibile.

Questo articolo si propone di chiarire come fare una segnalazione alla polizia postale e far sì che essa prenda nota e agisca contro l’illecito in atto.

Prima di vedere come effettuare la denuncia vera e propria, è bene prendere atto di quando è possibile denunciare un sito web o un utente alla polizia postale. La polizia postale può intervenire per truffe e problemi che riguardano i seguenti campi: ecommerce, truffe mediante la posta elettronica, attacchi hacker ed intrusione in PC senza l’autorizzazione, diffusione, acquisizione ed utilizzo di materiale pedopornografico, in casi di cyber bullismo, specialmente se le vittime sono dei minorenni, diffusione illegale di materiale coperto da diritto d’autore, servizi di casinò online non autorizzati e senza il patrocinio dello Stato. In tutti questi casi, dal momento in cui venite a conoscenza o siete vittima di tali sistemi, potete avviare una denuncia tramite la polizia postale.

Per effettuare la denuncia, è sufficiente visitare la pagina principale del sito ufficiale, che si può trovare cliccando qui. Una volta effettuato l’accesso, apparirà una schermata con diversi campi da compilare. Ricordatevi che state effettuando un atto ufficiale, quindi siate sicuri di ciò che scrivete ed accertatevi dell’effettivo avvenimento della truffa o del danno al minore. Questo permetterà agli agenti di risparmiare tempo, poiché se il fatto è vero, gli accertamenti saranno più veloci, e, inoltre, non recherete danno a chi offre un servizio online che in realtà non è pericoloso o illegale. Insomma, la certezza e l’informazione prima di tutto.

In realtà, questa forma di denuncia non è una denuncia vera e propria. Infatti, una volta completato il procedimento, si riceverà una ricevuta telematica, che dovrà essere stampata e consegnata a mano presso l’ufficio addetto. Bisogna ricordare che l’atto di denuncia acquista valore solo con la firma della ricevuta telematica stampata davanti all’ufficiale di polizia. Pertanto, la pratica online non sostituisce totalmente quella fisica, ma può essere, tuttavia, un ottimo strumento per velocizzare il percorso.

Nel caso preferiate svolgere la denuncia in forma cartacea, è possibile accedere ad un elenco di tutte le sedi visitando questa pagina.

Nel caso foste solo a conoscenza di un reato informatico, di quelli di cui abbiamo detto sopra, e voleste far noto questo fatto alla polizia postale, potete sempre avviare una pratica di segnalazione. Sempre online, questo processo permette al cittadino di rendere noto agli agenti, che un potenziale illecito è in atto. Solitamente, pur trattandosi solo di segnalazioni, e non di denunce, la polizia postale indaga sempre a fondo e, se si tratta effettivamente di un sinistro, prenderà i provvedimenti del caso.

Il consiglio migliore che si può dare, rimane comunque quello di prevenire il crimine stesso. Sembra banale, ma i traumi che si possono subire, non sono superabili con un’azione legale. Per questo motivo, il sito della polizia postale mette a disposizione una sezione di notizie, per tenersi sempre aggiornati sui nuovi pericoli che emergono quasi quotidianamente.