Spiegare il web ai bambini: come fare?

di Fosca Colli

Internet può essere un luogo ideale per imparare, per divertirsi e per chiacchierare con gli amici di scuola o semplicemente per rilassarsi ed esplorare. Ma, proprio come nella vita reale, Internet può essere pericoloso per i bambini.

I genitori dovrebbero controllare e spigare cosa sia la “navigazione” su Internet ai bambini. Il cosa succede ai bambini su Internet è piena responsabilità dei genitori. Sono loro che dovrebbero guidare e monitorare l’uso di internet da parte dei bambini.

Il tutto è solamente una questione di guida e di insegnamento. Ci sono alcune regole di base per garantire che i bambini possano apprendere come “navigare” in Internet in modo sicuro.

Quindi, prima di consentire al bambino di rimanere online senza la supervisione di un genitore, è bene stabilire alcune regole e dare delle spiegazione che siano ben chiare.

  • La prima regola è quella di mantenere il computer collegato a Internet in uno spazio comune della casa. Pertanto, mai nella camera da letto di un bambino. È molto più difficile per un “predatore” stabilire un rapporto con il bambino, se lo schermo del computer è facilmente visibile. Anche quando il computer si trova in una area controllata della casa, è bene sempre sedersi con i propri figli quando sono online.
  • La seconda regola fondamentale è quella di insegnare al bambino come usare Internet in modo sicuro. Così, pur incoraggiando i figli l’uso del web è sempre suggerito che ciò avvenga in presenza di un adulto.
  • Se fa qualcosa online e si sente nervoso lo deve dire immediatamente. Pertanto, è da insegnare che è bene fidarsi del proprio istinto.
  • Se i propri figli usufruiscono delle chat room, utilizzano la messaggistica istantanea, i video giochi online o altre attività su Internet che richiedono un nome di accesso per identificare se stessi, li si potrà aiutare a scegliere un nome che non riveli alcuna informazione personale su di loro.
  • Insistere perché i propri figli non diano mai l’indirizzo di casa, il numero di telefono o altre informazioni personali come ad esempio dove vanno a scuola o dove a loro piace giocare a persone conosciute sul web.
  • Insegnare ai propri figli la differenza che tra il giusto e lo sbagliato su Internet è la stessa che nella vita reale.
  • Mostrare loro come rispettare gli altri online. Spiegare, quindi, che le regole di buon comportamento non cambiano solo perché si è su un computer.
  • Insistere sul rispetto della proprietà online. Spiegate, quindi, che fare delle copie illegali, come per la musica, videogiochi e altri programmi, è un furto.
  • Dire a loro che non si debbono mai incontrare gli amici online di persona. Spiegare, perciò, che gli amici online potrebbero non essere chi dicono di essere.
  • Insegnare ai propri figli che non tutto quello che leggono o vedono in linea è vero. Di conseguenza, incoraggiarli a chiedere se non sono sicuri.
  • Controllare le attività online dei propri figli con appositi software. Il controllo può aiutare a filtrare contenuti offensivi, monitorare i siti visitati dai propri figli e scoprire cosa fanno lì. Ad esempio, il software di controllo parentale che viene realizzato per i nuovi sistemi operativi come Windows Vista è anche possibile scaricarlo in download gratuito come impostazioni di sicurezza di Windows Live Family.