“Un computer dal cuore saggio”

Tempo di regali, ma non solo. Le festività natalizie si trasformano anche in un momento di riflessione, di pausa, di calma e tranquillità.

Ritagliarsi del tempo da dedicare alla lettura è uno dei regali migliori e oggi siamo qui per consigliarvi un testo. Anzi, una vera e propria fiaba.

Per spiegare di cosa si tratta riprendiamo le parole della Dottoressa Rosa Rita Formica.

“L’incontro con una pedagogista e un esperto di sicurezza internet si è dimostrato da subito un incontro particolare.

Ha prodotto una fiaba che è da poco in vendita presso tutte le librerie, e online dal titolo “Un computer dal cuore saggio. Considerazioni educative sull’uso consapevole del computer e rete internet” casa editrice Edigiò.

Si tratta di un testo utile e veloce da fruire, insieme a un decalogo per Genitori e uno per bambini, su come utilizzare il web in modo efficace e soprattutto sicuro. Mauro Ozenda da molto tempo segue i progetti di formazione nelle scuole ed è collaboratore dell’associazione mani colorate che si occupa di minori nella rete.

Ha scritto insieme alla psicologa Laura Bissolotti un bellissimo testo dal titolo “Sicuri in Rete” edito Hoepli, dove si evidenziano le sue competenze in materia di sicurezza internet.

"Un computer dal cuore saggio"

Il nostro lavoro a due mani iniziale, pur stimolante, si è rivelato subito complesso da rendere in fiaba, per le tematiche non facili: potenzialità della Rete, rispetto e significato della “Netiquette”, ma anche rischi/pericoli quali pedopornografia, cyberbullismo, sexting, sicurezza, tutela della privacy, truffe online.

Prezioso è stato il nostro interfacciarci e confrontarci costante. Sono grata a Mauro per la facilità con cui abbiamo fatto interagire due mondi diversi : uno tecnologico e l’altro educativo in cui la fiaba aveva un ruolo importante per trasmettere contenuti seri con modalità leggere, semplici e divertite vicine al linguaggio dei più piccoli. Non nascondo molti rimaneggiamenti e ripensamenti. Sono stati utili per rendere il testo migliore e più efficace.

Il protagonista è un computer saggio Lobsan che un giorno perde la memoria per l’ attacco massiccio e improvviso, di una banda di terribili virus. I suoi amici Carlotta e gatto Piombino, che con lui condividono il pomeriggio, lo aiuteranno a trovare una soluzione .

Un viaggio nel bosco e sulla neve a contatto con la Natura accompagnati da una nonna giocosa, li condurrà a scoperte interessanti e alla vera soluzione del problema. Nella fiaba esistono la Tecnologia, le nuove terminologie, ma non vengono dimenticati il rumore, i profumi e i suoni della vita che scorre tra i campi e tra gli alberi.

Essi fanno eco, e parlano al cuore, quanto le notizie e dati in tempo reale forniti dal web. La natura stessa diventa protagonista importante e donerà attraverso un personaggio singolare, le chiavi di lettura importanti per risolvere il grosso problema di Lobsan, il computer saggio che perde i dati della sua memoria ma non le emozioni che lo abitano.

Nella vita vera si trovano molte risposte emotive e del cuore che fanno proseguire il futuro tecnologico su strade più sagge e vere. L’uomo e ogni relazione umana non possono essere dimenticate e sostitute da un mondo virtuale, seppur fonte di conoscenza.

La realtà è ancora avere i piedi a terra e sporcarseli, giocando davvero tra gli amici che sono una preziosa palestra emozionale; è avere tra le mani un libro e sfogliare le sue pagine. L’amicizia, la condivisione tra genitori e figli, l’amore per gli animali, il sostenersi nella fragilità, il Dialogo, la ricerca del silenzio, il gioco all’aria aperta, camminare a piedi nudi su un prato erboso, sono poi gli ingredienti che colorano la fiaba e la rendono preziosa. Spero che chi avrà il desiderio di leggerla ne potrà cogliere utili indicazioni nel contempo divertendosi.

Ringrazio mia figlia Carlotta che ha illustrato questa fiaba quando aveva dieci anni. Ha sempre amato dipingere e le auguro che questo suo modo giocoso di guardare la realtà ed immaginarla, lo conservi sempre anche crescendo. Ringrazio Mauro Ozenda che ha sempre creduto nella nostra sinergia e in me professionista; la casa editrice Edigiò che con entusiasmo ha abbracciato il nostro lavoro e tutti coloro che da veri amici hanno sempre sostenuto il mio scrivere.

Grazie a tutti e buona lettura.”